Internet – Browser

Internet è una giungla dove si annidano pericoli ovunque, dietro ogni link potrebbe nascondersi una spiacevole sorpresa. Quando, poi, ad accostarsi alla rete sono i bambini il rischio aumenta a dismisura soprattutto quando sono lasciati soli davanti al Pc; anche se questo non deve accadere, è possibile adottare degli accorgimenti che permettono una navigazione sicura anche in assenza di un genitore o di un adulto.
Questa protezione la offre Google; infatti, collegandoci alla home page di Google.it, cliccando in basso a destra sul pulsante Impostazioni e poi su Impostazioni di ricerca si accede ad una pagina dove si prende in considerazione il Filtro Safe Search.


Whatsapp o Telegram? Questo è il dilemma. Whatsapp è l’applicazione di posta che conta più o meno 800 milioni di utenti e il numero è in costante crescita; tutti coloro che hanno uno smartphone, anche se poco pratici del dispositivo, spinti da amici e conoscenti, effettuano il download del programma entrando nel coinvolgente ma, a volte, “fastidioso” mondo della messaggistica istantanea.


Non ci sono soltanto i Preferiti a cui si può ricorrere per rivisitare un sito particolarmente interessante ma vi è anche un altro modo molto più semplice e diretto. Vediamo di cosa si tratta.


Sul web molti sono i siti che tra le loro pagine ospitano informazioni pubblicitarie, ciò è importante perchè così gli amministratori e gli autori sono incentivati ad offrire gratuitamente i propri articoli e servizi.


Tra i tanti virus che circolano in rete ce ne uno ingannevole che dietro mentite spoglie attira l’utente nella trappola per poi mettere in pratica il suo scopo: prendere files dal computer e rilasciarli solo dopo aver pagato.