Con l’applicazione denominata Time Machine, Google mette a confronto il prima e il dopo di un luogo dopo il verificarsi di un determinato evento. In verità, non si tratta di una novità assoluta in quanto, nel 2006, il colosso di Mountain View aveva già creato “Memories for the future” un portale web che consentiva di vedere un posto come era prima di una calamità naturale e dopo che quest’ultima si era abbattuta.

Non tutte le aree geografiche avranno il privilegio di far parte della nuova “macchina del tempo“, ma, presto, questo servizio potrà riguardare tutti i Paesi e costituire un volano per il turismo offrendo la possibilità ai vacanzieri di visitare virtualmente una località durante l’arco di alcuni anni.

Una sorta di viaggio nel tempo per osservare i cambiamenti artificiali o naturali avvenuti nel luogo prescelto.

Come si attiva questa funzione? E’ molto semplice.

Dopo aver visualizzato la pagina di Google Maps ed aver digitato il nome della strada nella casella, in alto a sinistra, accanto alla lente d’ingrandimento, comparirà, nella parte sottostante, un’immagine della via digitata su cui è scritto Street View, cliccando su di essa e, poi, su Novità si aprirà una piccola finestra nella quale sarà possibile notare l’evoluzione nel tempo di una determinata zona della città, i cambiamenti che si sono succeduti. Il periodo di tempo è quello che va dal 2008 al 2011/2012 o anche più recente come il 2013. In alcuni casi, gli anni sono suddivisi in mesi.

street-view


Print Friendly

Articoli collegati:

Lascia un Commento