E’ una delle novità di Excel 2010 e consiste nella realizzazione di un grafico, in miniatura, all’interno di una cella di un foglio di lavoro. Questi grafici vengono utilizzati per indicare una tendenza presente in una serie di valori, come ad esempio, gli aumenti o le riduzioni stagionali o i cicli economici, o anche per evidenziare valori massimi e minimi. Si ricorra ad un esempio per comprendere meglio. Si supponga di aver costruito la seguente tabella:

grafici-sparkline

Nella cella G2, si va ad inserire il grafico, quindi, la prima operazione da eseguire è quella di selezionare proprio tale cella; dopodichè, si prende in considerazione la scheda Inserisci, sezione Grafici sparkline e si sceglie tra: Linee Istogramma Positivi/negativi.

Si supponga di aver scelto di inserire un istogramma. Anche nel caso di scelta diversa sarebbe comparsa sempre la stessa finestra, chiamata: Crea grafici sparkline. In questa finestra, nella prima casella, in alto, si riporta l’intervallo dati relativo alla seconda riga della tabella, quindi: B2:F2; questo intervallo viene riportato selezionando con il mouse direttamente nel foglio di lavoro. Nella seconda casella della finestra, quella relativa alla posizione in cui memorizzare i grafici sparkline, è presente già il riferimento di cella selezionato in precedenza prima dell’apertura della finestra.

grafici-sparkline

Cliccando su Ok, all’interno della cella G2 viene riprodotto il grafico. Per ottenere i grafici nelle altre celle della colonna G, è sufficiente posizionare il mouse sul quadratino di riempimento della cella G2, che si trova in basso a destra della cella e tenendo premuto il tasto sinistro ci si sposta giù, fino ad arrivare all’ultima cella della tabella.

grafici-sparkline

Quando si crea un grafico sparkline, viene aggiunta una nuova scheda, Strumenti grafici sparkline, con la sottoscheda Progettazione. In questa scheda, è possibile, partendo da sinistra verso destra:

– modificare i dati, seziona Grafico sparkline;

– cambiare il tipo di grafico, sezione Tipo;

– evidenziare il punto maggiore, il punto minimo, il punto negativo, il primo punto e l’ultimo punto, sezione Mostra;

– applicare al grafico uno stile diverso, sezione Stile;

– personalizzare il colore del grafico, sezione Stile, pulsante Colore grafico sparkline;

– cambiare il colore ai vari punti del grafico, pulsante Colore indicatore;

– eliminare i grafici, dopo aver selezionati, all’interno della varie celle con il pulsante Cancella.

grafici-sparkline


Print Friendly

Articoli collegati:

Un Commento a “Grafici sparkline in Excel 2010”

  • Questo articolo è molto interessante, nello stesso modo in cui l’intero pagina web generalmente.
    Son un vostro affezionato, complimenti.

    un articolo da spulciare è presente a questo link

Lascia un Commento