PowerPivot è un componente aggiuntivo di Excel 2010 ed è gratuitamente scaricabile da internet al seguente indirizzo http://www.microsoft.com/downloads/it-it/details.aspx?FamilyId=e081c894-e4ab-42df-8c87-4b99c1f3c49b&displaylang=it

Dopo l’installazione e dopo aver aperto Excel, alle schede solitamente presenti, se ne aggiunge un’altra chiamata PowerPivot. Tale scheda si presenta suddivisa nelle seguenti sezioni: Avvia Misure Report Dati Excel Opzioni Mostra/NascondiRelazione.

In questa scheda vengono forniti strumenti per l’utilizzo di tabelle pivot, misure e tabelle collegate e per l’apertura della finestra PowerPivot.

Nella sezione Avvia è presente il pulsante che permette di aprire la finestra PowerPivot, di cui si parlerà successivamente.

Nella sezione Misure ci sono pulsanti che consentono di creare, visualizzare, modificare ed eliminare misure.

importare-dati-in-powerpivot

Con PowerPivot è possibile gestire tabelle costituite da milioni di righe e mettere in relazione tra loro anche tabelle diverse. I dati importati possono provenire da diverse origini; database aziendali presenti nella intranet, feed di dati pubblici, fogli di calcolo e file di testo.

Per poter avviare PowerPivot è necessario far clic sul pulsante Finestra PowerPivot della sezione Avvia.

Si apre così un’altra finestra costituita da due sole schede Home e Struttura. Nella scheda Home è possibile aggiungere nuovi dati, copiando e incollando dati da Excel e da altre applicazioni, applicare la formattazione e ordinare e filtrare i dati. Nella scheda Struttura, invece, è possibile modificare la struttura delle tabelle e gestire relazioni.

Per cominciare si importino dei dati da un file di Access, quindi, si prenda in considerazione il pulsante Da database della scheda Home e dall’elenco si scelga Access.

importare-dati-in-powerpivot

Viene, in questo modo, visualizzata la finestra Importazione guidata tabella, nella quale si seleziona il file di Access cliccando su Sfoglia. Dopo averlo selezionato, nella parte inferiore della finestra si fa clic su Avanti; nel secondo passaggio, si può scegliere tra due opzioni: Seleziona da un elenco di tabelle e viste per scegliere i dati da importare e Scrivi una query per specificare i dati da importare.

Se si sceglie la prima opzione, cliccando su Avanti, si accede al successivo passaggio dove vengono mostrate tutte le tabelle di cui è composto il database selezionato in precedenza. Ad esempio, si scelgano le prime due tabelle cliccando sulle rispettive caselle; dopo averle selezionate, in basso alla finestra, si può cliccare su Seleziona tabelle correlate o su Visualizza anteprima e applica filtro.

importare-dati-in-powerpivot

Scegliendo la prima opzione, viene selezionata, automaticamente, anche la tabella alla quale, nel database, sono correlate le due tabelle che sono state selezionate precedentemente. Cliccando su Fine, viene avviato il processo di importazione delle tabelle che può durare qualche minuto. Al termine viene indicato che l’operazione è completata, quindi si può cliccare sul pulsante Chiudi. Notare l’impressionante numero di righe che sono state importate nell’immagine che segue.

importare-dati-in-powerpivot

Vengono generati tre diversi fogli di lavoro, uno per ogni tabella importata. Se i dati vengono aggiornati all’origine, coiè nel database, è possibile aggiornarli anche in PowerPivot cliccando sul pulsante Aggiorna.

Per salvare, pur cliccando sulla linguetta a sinistra della scheda Home, sotto la barra di accesso rapido della finestra di PowerPivot per Excel, e scegliendo dall’elenco la voce Salva o Salva con nome, si ritorna alla finestra della cartella di lavoro di Excel con la finestra del salvataggio aperta. A questo punto il procedimento per salvare è il solito, si sceglie la cartella di destinazione, si assegna il nome al file e si clicca sul pulsante Salva. L’estensione è .xlsx


Print Friendly

Articoli collegati:

2 Commenti a “Importare i dati in PowerPivot”

  • Articolo molto interessante, però posso importare anche da DB SQL che non siano MS SQL Server?

    Grazie

  • Luca:

    Salve,
    abbiamo coperto recentemente PowerPivot e abbiamo provato a raccogliere alcune informazioni ma non troviamo le risposte: magari lei ci può aiutare.
    Come possiamo rendere “consultabile” agli utenti un file di EXCEL che contanga tabelle a dati PowerPivots senza che l’utente possa modificarlo dovrebbe poterlo eventualmente solo aggiornare) ? abbiamo letto che è possibile pubblicare su Sharepoint (evitando che ogni utente si scarichi il file in locale per consultarlo e permettendo la fruizione multiutenza) e che è anche possibile fare in modo che Sharpoint automatizzi il processo di aggiornamento ma non abbiamo capito quali componenti siano necessari: Sharepoint ok, ma quale versione ? serve sullo stesso server SQL 200x ? serve una componenete server di PowerPivot ?
    Ringrazio anticipatamente per le indicazioni che potrà darci.
    Cordialmente
    Luca Brignoli

Lascia un Commento