Per personalizzare una Maschera di input bisogna creare la maschera manualmente avvalendosi di particolari simboli.

Questi simboli consentono di stabilire gli elementi da inserire necessariamente e i tipi di carattere da inserire in una data posizione.

Di seguito sono riportati i simboli che si possono utilizzare nelle maschere di input:

Se si utilizza il simbolo 0 (zero) sarà possibile inserire i numeri dallo 0 al 9. Non è possibile introdurre i segni più (+) e meno (). L’inserimento è obbligatorio.

Utilizzando i simboli 9 e # sarà possibile inserire numero o spazio. Non è possibile introdurre i segni più (+) e meno (). In questo caso l’inserimento non è obbligatorio.

Con i simboli L e ? si potranno inserire le lettere dalla A alla Z. Mentre per il simbolo L l’immissione è obbligatoria per il simbolo ? non lo è.

Se i simboli sono A e a si potranno inserire lettere o cifre. Mentre con il simbolo A l’immissione è obbligatoria, non lo è altrettanto con il simbolo a.

Utilizzando i simboli & e C sarà possibile inserire qualsiasi carattere o spazio. Per il simbolo & l’immissione è obbligatoria.

Il simbolo < permette di convertire in minuscolo tutti i caratteri seguenti.

Il simbolo > consente di convertire in maiuscolo tutti i caratteri successivi.

Se si utilizza il simbolo ! si potranno inserire caratteri da destra a sinistra. E’ possibile inserire il punto esclamativo in qualsiasi punto della maschera.

Con il simbolo \ il prossimo carattere verrà visualizzato come un segno di punteggiatura.

Infine, utilizzando i simboli .,:;-/ verranno inseriti segnaposti decimali e separatori delle migliaia, di date e ore.

Comunque, oltre ai simboli, bisogna dire che una Maschera di input è caratterizzata da tre parti che sono separate dal punto e virgola (;):

00/00/0000;0;_

La prima parte definisce la maschera attraverso l’uso di simboli e caratteri letterali.

Nella seconda parte è possibile memorizzare i caratteri letterali con i dati. Lo 0 (zero) consente di memorizzare i caratteri, l’1 (uno) consente di memorizzare solo i dati immessi. La seconda parte è opzionale.

Anche la terza parte è opzionale e consente di specificare il carattere di riempimento.


Print Friendly

Articoli collegati:

Lascia un Commento