Il salvataggio automatico di un documento è il soccorso che un programma Office mette a disposizione dell’utente nel caso in cui il computer si spenga all’improvviso.

Prima ancora di salvare il documento, secondo il metodo tradizionale, Pulsante OfficeSalva o Salva con nome, interviene il salvataggio automatico.

Per stabilire quanto tempo deve intercorrere tra un salvataggio automatico e l’altro, bisogna cliccare sul Pulsante Office, quindi, su Opzioni diWord, Excel, Powerpoint, dipende dal programma aperto, e, nella finestra che si apre, sul lato sinistro, bisogna cliccare su Salvataggio.

salvataggio-predefinito-programmi-office

salvataggio-automatico

Nella parte destra della finestra vi è la casella Salva informazioni di salvataggio automatico ogni; in questa casella si può stabilire dopo quanti minuti deve essere salvato il lavoro. Ad esempio, se si imposta un tempo di 10 minuti, il file recuperato non includerà i dati degli ultimi 9 minuti.

L’operazione di salvataggio automatico offre la possibilità di recuperare se non tutto il documento almeno una parte di esso.

All’apertura del programma, a sinistra, compare un riquadro dove viene mostrato il file o i files da ripristinare; per aprire il file o i files è necessario cliccare con il tasto sinistro.

Nel riquadro Ripristino documenti, viene indicata anche l’ora e il giorno del salvataggio; per chiudere, bisogna cliccare sul pulsante Chiudi, posto in basso a destra dello stesso riquadro.

salvataggio-predefinito-programmi-office

Nella finestra Opzioni di… è possibile modificare il percorso in cui viene salvata automaticamente una versione del file, la casella da utilizzare in questo caso è Percorso file salvataggio automatico.

salvataggio-predefinito-programmi-office

Attenzione, il salvataggio automatico non sostituisce la tradizionale procedura di salvataggio che comunque deve essere fatta, infatti, se il programma si chiude, non per cause accidentali, si rischia di perdere tutto il lavoro.


Print Friendly

Articoli collegati:

Lascia un Commento